#staremeglio Antipasti Ricette sane Secondi

#staremeglio: sformatini di cavolfiore e olive taggiasche

18 Gennaio 2017

Il Cavolfiore o cavolo bianco è uno dei miei cavoli preferiti in assoluto. Ha moltissime proprietà che esprime al suo massimo se consumato crudo in insalata. Con le sue sole 25 Kcal per 100 g è ottimo per chi sostiene una dieta ipocalorica (fatevi sempre seguire da un dottore!!). Ha molti principi nutrizionali ma alcune controindicazioni, scopriamo quali…

Principi Nutrizionali

  • Hanno basso contenuto di calorie. Essendo molto sazianti sono utili in una dieta ipocalorica.
  • Grazie al perfetto equilibrio dei suoi componenti il cavolo esercita un’azione benefica su tutto l’organismo. Presenta ottimi livello di potassio, è molto ricco di minerali, acido folico, fibre, calcio, ferro, fosforo e vitamina C.
  • Utilizzato da sempre per prevenire, curare o alleviare numerosissime malattie, infatti contiene principi attivi anticancro, antibatterici, antinfiammatori, antiossidanti e antiscorbuto.
  • Sono depurativi e rimineralizzanti e favoriscono la rigenerazione dei tessuti.
  • Possono essere consumati anche in caso di diabete.
  • Secondo alcuni studi americani tra le principali proprietà di questo ortaggio vi è anche quella di prevenire il cancro al colon e l’ulcera. Per uso terapeutico si usano di solito il cavolo cappuccio e il cavolo verza.
  • La clorofilla in essi contenuta favorisce la produzione dell’emoglobina ed è utile per curare l’anemia.
  • L’infuso di cavolo e miele è utile in caso di malattie dell’apparato respiratorio. È molto utile contro bronchiti, coliti, congiuntivite, contusioni, sinusite, diabete, diarree e dissenterie, dolori gastrici ed intestinali, dolori muscolari e reumatici e influenza.

Controindicazioni

Contengono sostanze che rallentano il lavoro della tiroide, vanno quindi evitati in caso di ipotiroidismo. Controindicato per chi soffre di colon irritabile, perché eccedere con i cavoli può causare gonfiore all’addome e diarrea.

Tratto da: http://www.alimentipedia.it/cavolfiore-bianco.html

 

Continua il mio percorso per depurare il mio organismo (sono intollerante ad alcuni cibi)  e con esso anche le ricette e gli articoli di  #staremeglio  (LEGGI QUI). Oggi vi propongo questi sformatini molto saporiti e stuzzichevoli, vi piacciono?

Ma vi siete mai resi conto che siamo una cosa sola?  Di come il nostro organismo interagisca e comunichi anche se non ce ne rendiamo conto?

 

Ingredienti per circa 6 sformati monoporzione:

  • 1/2 cavolfiore bollito (circa 200 g)
  • 2 uova
  • 50 g di parmigiano reggiano
  • 2 cucchiai di olive taggiasche snocciolate
  • 1 cucchiaio di capperi
  • Sale e pepe q.b.
  • Pangrattato e olio per gli stampini

Preparazione

Frullate il cavolfiore insieme al parmigiano e ai tuorli.  Insaporite con sale e pepe. A parte montate gli albumi a neve e incorporateli delicatamente al composto di cavolfiore. Formate un trito di olive e capperi sciacquati bene in acqua tiepida. “Impanate” gli stampini di alluminio con olio e pangrattato. Mettete, in ogni stampino,  un cucchiaio di composto, poi un cucchiaio di trito di olive e ricoprite con il composto di cavolfiore. Infornate a forno caldo a 180 gradi per circa 15 – 20 minuti e cuocete a bagnomaria e…..

… “Stuzzichevole”!

Il consiglio in più

Quando cuocete il cavolfiore potete insaporirlo aggiungendo delle foglie di alloro, io amo questo abbinamento!

Inoltre, questa ricetta può essere realizzata anche per un tortino unico invece che in monoporzioni. Accompagnato da un contorno di verdure o da una salsa può diventare sia un secondo sia un antipasto…  E se aggiungete anche un cereale al contorno, ecco pronto un piatto unico, buon appetito!

You Might Also Like

4 Comments

  • Reply Alessandra 7 Febbraio 2017 at 18:50

    Tu sei l’esempio lampante che da una situazione scomoda si può tirare fuori sicuramente qualcosa di positivo… Io avrei iniziato a dare testate ad uno spigolo se mi avessero detto che non potevo più mangiare determinate cose, tu ne hai tirato fuori una rubrica! Meravigliosa! Un carissimo abbraccio stritolante tesoro!

    • Reply ireneprandi 8 Febbraio 2017 at 11:09

      Grazie Ale, non è sempre semplice e ora ho un pasto libero a settimana ma per stare meglio si fa 🙂 Un abbraccio

  • Reply Barbara 16 Gennaio 2019 at 18:04

    Ottime idee e abbinamenti qui: molte grazie, corro fuori a comprare gli ingredienti per la cena! 🙂

    • Reply ireneprandi 16 Gennaio 2019 at 19:40

      Grazie Barbara, felice di averti ispirata. E se hai dubbi o richieste, scrivimi pure 🙂 Fammi sapere se ti sono piaciuti gli sformatini!

    Leave a Reply

    Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.