Primi

Cupola di lasagne di verza

8 Dicembre 2017
lasagne di verza

Oggi Stuzzichevole compie 5 anni e lo festeggio con una delle mie primissime ricette in quel lontano 2012… Le lasagne di verza rappresentano un po’ quella che sono e quello in cui credo: ricca di gusto ma semplice, rustica ma raffinata, nascosta che si fa conoscere solo da chi ha desiderio di scoprirla… 

La ricetta delle lasagne di verza è stata creata in principio per riciclare ingredienti rimasti in frigo il giorno prima da una classica lasagna e da una verza che chiamava a gran voce fantasia e originalità.

Cosa fare? Ripensare alla lasagna alleggerita dalla voluttuosità della besciamella e dalla presenza della pasta.

Ovviamente la golosità del piatto permette di partire da una preparazione di ragù classico ex novo, non solo come riciclo. Ma mi stuzzicava l’idea di nobilitare il concetto di “riciclo” che ancora viene visto come poco fresco o povero. Invece la tradizione antica, in particolare quella contadina dove era fondamentale il rispetto delle materie prime e l’ottimizzazione del loro utilizzo,  può insegnarci molto e permetterci di guardare al futuro con più consapevolezza.

Queste lasagne di verza sono proprio come me, consapevole della propria storia di vita, di cosa vuol comunicare ma con il pizzico di follia che mi contraddistingue.

Cupola di lasagne di verza

Ingredienti per 1 persona:

  • 5 foglie grandi di verza
  • 40 g parmigiano
  • 50 g fontina (o formaggio che avete in casa)
  • 4 fette prosciutto cotto
  • 5 – 6 cucchiai di ragù
  • burro e pangrattato q.b.

Per il ragù:

  • Cipolla, carota, sedano
  • Olio extravergine q.b.
  • 500 g carne trita di manzo e maiale
  • Vino rosso q.b.
  • 300 ml di salsa di pomodoro
  • 1 cucchiaio di concentrato di pomodoro
  • Sale e pepe
  • Gusti a piacere (basilico, alloro…)

Preparazione

Sbollentate in acqua salata le foglie di verza per pochi minuti. Una volta scolate, adagiatele su un canovaccio e asciugatele delicatamente. Privatele della parte dura (la venatura più grossa dell’attaccatura della foglia per intenderci)

Imburrate una pirofilina e cospargetela di pangrattato.

Foderatela con una foglia grande di verza. Mettete 1 fettina di prosciutto, 1 – 2 cucchiai di ragù, un po’ di parmigiano e qualche dadino di formaggio.

Coprite con un’altra foglia di verza e intervallate come prima per 2 – 3 volte…finché non raggiungete il bordo della pirofila.

Richiudete con i lembi delle foglie che fuoriescono…tagliate eventualmente i pezzi in eccesso.

Infornate a 180° per circa 10 – 15 minuti.

Impiattate e servite con altro ragù sopra la cupola.

Per il ragù:

Lavate, pulite e preparate un mirepoix. Fatelo ben stufare in una pentola con l’olio. Aggiungete la carne trita e con l’aiuto di una frusta “sgranatela bene”. Dopo averla rosolata bene, sfumate con il vino rosso.

Aggiungete la salsa di pomodoro, il concentrato. Portate a cottura regolando di sale e pepe a piacere. Procedete con una cottura lenta e dolce…

… “Stuzzichevole”!

LEGGI QUI SE HAI VOGLIA DI LASAGNE VEGETARIANE!!

You Might Also Like

No Comments

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.