Antipasti

Flan di Pecorino Sardo DOP Maturo

8 Dicembre 2017
Flan di pecorino

Il Pecorino Sardo è uno dei formaggi più antichi della Sardegna e vanta una lunga storia, che affonda le sue radici ai tempi della popolazione Nuragica: popolazione dedita all’allevamento degli ovini piuttosto che all’agricoltura.

Per me non c’è festa che si rispetti senza un goloso flan come antipasto. Il flan è un piatto di origine piemontese con chiari influssi francesi. In questo Flan di pecorino ho voluto unire le mie due origini: piemontese e sardo e realizzare un antipasto con cui potrete davvero stupire i vostri ospiti. Seguite ogni procedimento e preparate con semplicità un Flan di Pecorino indimenticabile… E ricordate che la qualità degli ingredienti può fare la differenza!

QUI TROVATE LE MIE ALTRE RICETTE CON IL PECORINO SARDO DOP

Flan di Pecorino Sardo DOP Maturo su vellutata di zucchine con porri croccanti

Ingredienti per 2 persone:

Per i flan

  • 3 tuorli d’uovo
  • 100 g di Pecorino Sardo Dop Maturo
  • 100 ml di latte
  • Un pizzico di sale
  • Pepe bianco q.b.
  • Burro per gli stampi

Per la vellutata

  • 2 zucchine
  • 1 scalogno
  • 1 piccola patata
  • 3 foglie di basilico
  • Olio evo q.b.
  • Sale e pepe q.b.

Per i porri croccanti

  • ½ porro
  • Farina 00 q.b.
  • Olio per friggere q.b.
  • Sale q.b.
  • Olio di nocciole per guarnire

Preparazione

Per i flan

Sbattete i tuorli d’uovo con un pizzico di sale. Unite il Pecorino Sardo Dop Maturo grattugiato e mescolate. Ora aggiungete il latte e insaporite con il pepe. Imburrate gli stampi in due tempi: una prima e poi mettete nel freezer per almeno 15 minuti, in seguito una seconda prima di inserire il composto.

Inserite appunto il composto negli stampi  e cuocete in forno statico a bagnomaria a 160°C per 15 – 20 minuti.

Per la vellutata

In una pentola, fate stufare lo scalogno tagliato grossolanamente. Unite anche le zucchine e la patate tagliate anch’esse a cubetti. Coprite con acqua calda, salate e portate a cottura. Con l’aiuto di un mixer ad immersione, frullate con le foglie di basilico e pepe. Regolate di sale, se necessario. Se desiderate una consistenza più densa, rimettete il passato sul fuoco.

Per i porri

Tagliate il porro a julienne molto sottile. Infarinateli leggermente e friggeteli in abbondate olio. Scolateli su carta assorbente e salate. Ricordate che quest’operazione dovrà essere effettuata all’ultimo, poco prima di impiattare.

Ora impiattate i vari elementi e guarnite con un filo di olio alle nocciole…

… “Stuzzichevole”!

You Might Also Like

No Comments

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.