Primi Secondi

Chili con carne per giornate fredde

19 Novembre 2016
chili con carne

Se vi domandassi quale è secondo voi l’origine del chili con carne, i più mi risponderebbero certamente “Messico”. In realtà non è così.

Cerchiamo di trovare un po’ di chiarezza… In Italia, la maggior parte dei ristoranti messicani non propongono veri piatti messicani, ma bensì della tradizione tex-mex. E come ogni cucina di confine, entrambe le parti subiscono influenze e contaminazioni.

Il termine “chili” genericamente fa riferimento al peperoncino messicano oppure all’omonima salsa a base di cipolle, pomodoro e peperoncini appunto. Ogni tipologia di peperoncino, e in Messico ne esistono una grande varietà, viene proprio identificata con il termine chili: habanero chili, lemon chili ecc…

Il piatto che ha preso il nome dal peperoncino, cioè “chili con carne”, sembra avere origine nel Sud degli Stati Uniti, per la precisione in Texas nel XIX secolo. Oltre alla contaminazione ed osmosi fra culture, sembra sia nato per l’esigenza di conservare la carne. [nel link qui sotto scopritene di più]

In realtà, l’origine e la ricetta del chili con carne sono molto dibattute. E’ diventato un piatto così popolare da vantare numerose gare e manifestazioni negli USA, citazioni in film , videogiochi e cartoni!

Io non so quale sia la vera storia e non so se la mia ricetta sia perfetta, quello che so è che è davvero buona e scalda il cuore in giornate fredde come queste (qui a Torino fa freddino…). Potrebbe entrare a pieno titolo tra i miei comfort food preferiti. 

Per saperne di più…

http://emmetichallenge.over-blog.com/2013/04/cera-una-volta-la-storia-del-chili.html

 

Il mio chili con carne

Ingredienti per 4 persone:

  • 700 g di carne macinata di manzo
  • 2 cipolle
  • 2 spicchi d’aglio (ma a casa mia l’aglio non si usa perché il mio compagno lo detesta!)
  • 2 peperoni rossi (ora non è stagione quindi non li ho messi, ma ci andrebbero quindi direi che potete rifarla anche in altri periodi dell’anno 🙂 )
  • 350 g di fagioli neri (quando non li trovo, io uso i fagioli rossi)
  • 1 scatola di pelati
  • 2 peperoncini secchi
  • 2 cucchiaini di paprika dolce
  • 2 cucchiaini di cumino
  • 1 cucchiaio di concentrato di pomodoro
  • 2 tazze di brodo
  • 1 cucchiaio di zucchero di canna
  • Sale q.b.
  • Olio evo q.b.
  • Tortillias, insalata (tipo verza), riso e striscioline di formaggio per accompagnare

Preparazione

In una padella a bordi alti, fate ben rosolare la carne, per almeno 15 minuti, in un po’ di olio a fiamma vivace. In una padella a parte, fate rosolare bene le cipolle tagliate finemente e i peperoni tagliati a pezzetti in un filo d’olio. Aggiungete  lo zucchero di canna e fate ben caramellare.

Trasferite le cipolle e i peperoni rosolati nella carne anch’essa ben rosolata. Non perdete tutti i sapori della padella:  mettete due mestoli di brodo e sciogliete bene il fondo, lo userete fra poco!

Amalgamate bene gli ingredienti. Ora, unite le spezie e il concentrato di pomodoro, fate insaporire per 10 minuti. Unite anche i pelati schiacciati con le mani e il brodo. Regolate di sale e fate cuocere per almeno 40 minuti. A metà cottura, aggiungete i fagioli precedentemente sbollentati.

N.B: io tengo il chili poco sugoso perché mi piace poi farcire le tortillias per formare deliziosi burritos, ma se voi preferite mangiarla a cucchiaio potete mettere un po’ più di brodo e pomodoro per renderla più “stufato” 🙂

Accompagnate a piacere da tortillias, riso, insalata, formaggio e salse. Lasciate i vostri commensali formare il loro burritos come preferiscono e…

… “Stuzzichevole”!

E voi amate il piccante? Amate sperimentare o siete fedeli alle vostre tradizioni? Forse non ci avete mai riflettuto, ma un motivo c’è se odiate i cibi stranieri o se li amate. Presto vi spiegherò il mistero…

You Might Also Like

No Comments

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.