Antipasti Passione Italiana Ricette RICETTE REGIONALI

Le cucche modicane

18 Maggio 2020
cucche

Sentieri velati da un tratto di eterno:

basole fra scorci di storica passione;

a passi tardi rinvengo in cor mio

nascituro sguardo che soave m’attrista.

(Modica, poesia di Salvatore Quasimodo)

La scoperta delle prelibatezza ragusane e modicane la devo ai miei suoceri e alla nonna paterna del mio compagno Roberto. In questi anni ho scoperto e assaggiato piatti pazzeschi pieni di identità e di mistero.

Il mio primo assaggio sono state le Scacce (presto la ricetta), focaccia stratificata e farcita, ricca di sapore. Con il tempo, ho poi imparato che gli impasti sono più o meno simili (alcuni prevedono lo strutto e altri no come quello delle cucche e delle scacce stesse), ma quello che cambiava erano i ripieni, le forme e quindi il loro nome. Infatti, ci sono, ad esempio, i pastieri ripieni di agnello tipici della Pasqua o l’impanata più simili a calzoni ripieni di broccoli.

Le cucche sono come delle roselline farcite di formaggio e cotte in forno. Non possono mai mancare a casa dei miei suoceri quando si preparano le scacce , infatti, si può anche usare lo stesso impasto se ne avanza e fare tante belle cucche. Questo piatto, come i pastieri, sono più tipiche del periodo pasquale, ma ogni giorno di festa è quello giusto. Sono comodissime anche da portarsi per un picnnic 🙂

Per il ripieno? Certo, potete usare vari formaggi saporiti (l’unica accortezza è che siano a pasta dura mi raccomando) ma, il formaggio immancabile e simbolo di questa zona è il Caciocavallo Ragusano DOP che, se preferite, potete usare in stagionature diverse in queste ricette.

Purtroppo non ho ritrovate fonti che potessero raccontare e spiegare l’origine di questa ricetta (per le scacce sarà un po’ più semplice). Data la semplicità e povertà del piatto, immagino potesse anche essere un modo per utilizzare i formaggi più stagionati magari nelle sue parti più dure e consistenti… Chi lo sa? Se qualcuno ha qualche notizia, condividetela, sarà molto interessante!

Le mie cucche modicane

Ingredienti per circa 16 – 18 cucche:

  • 500 g di farina di grano duro (+ un po’ per stendere la pasta)
  • 260 ml di acqua tiepida
  • 6 g di lievito di birra fresco
  • 2 cucchiai di olio evo
  • 1 cucchiaio di sale
  • Caciocavallo ragusano e provolone piccante q.b. (in tutto circa 200 g)

Preparazione

In una ciotola, incorporate alla farina il lievito sciolto nell’acqua e l’olio. Quando ancora l’impasto non sarà del tutto formato, unite anche il sale. Trasferite su un piano di lavoro e lavorate fino ad ottenere un panetto liscio ed omogeneo. Riponete in una ciotola coperta e fate riposare per circa 2 – 3 ore (io l’ho messo nel forno spento con la luce accesa).

Tagliate i formaggi a pezzetti piccoli e metteteli da parte.

Trascorso il riposo, stendete la pasta con le mani e ricavate dei filoncini lunghi circa 30 cm e larghi 4 cm. Distribuite su tutta la lunghezza, i pezzetti di formaggio alternando i due tipi. Arrotolate ogni striscia formando così delle “roselline” e schiacciarle un po’. Disponetele anche se loro come i pastieri sono più tipiche del periodo pasquale. su una placca da forno rivestita non troppo vicine. Se avete del formaggio avanzato, distribuetelo sopra le cucche.

N.B. si devono incidere con un coltello sulla superficie (io mi sono dimenticata di farlo 🙁 ), ma alcuni invece procurano dei tagli con l’aiuto delle forbici dandogli l’aspetto proprio di un fiore.

Infornate a 180°C (forno già caldo) per circa 30 minuti….

… “Stuzzichevoli”!

You Might Also Like

No Comments

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.