BIELLESE LOCALI ASSAGGIATI Piemontesina Bella

Masserano, un borgo d’altri tempi

5 Giugno 2020

Masserano era la capitale dell’antico principato che si estendeva fino ai confini della Valsesia

Immergersi tra le viuzze e i portici di Masserano è proprio come fare un salto in secoli passati. Sono molti gli scorci da fotografare, tutto sembra cristallizzato e bloccato per sempre in un tempo ormai andato ma per questo magico. I portici sono cadenzati dalle porte di quelle che erano vecchie botteghe ormai chiuse. Lasciatevi trasportare dal passato e scoprite questo borgo così affascinante.

Origini e storia del Principato di Masserano

Masserano sembra risalire al lontano X secolo e rimase sotto la giurisdizione dei vescovi fin quando, nel 1958, divenne Principato, con Francesco Filiberto primo Principe di Masserano. Il Principato di Masserano, unito al marchesato di Crevacuore, fu un piccolo Stato indipendente e prosperò fino al 1741 quando venne ceduto ai Savoia.

Si possono trovare alcuni resti delle mura che testimoniano l’antica rocca edificata intorno all’anno 1000  che fu poi sostituita, nel 1597, dal Palazzo dei Principi, palazzo voluto dalla Marchesa Claudia di Savoia e dal figlio Francesco Filiberto Ferrero Fieschi.

L’origine del nome “Masserano” è incerta, ma sembra derivi da un termine lomgobardo che significa “mano armata“. Probabilmente la scelta di questo nome è stata influenzata dalla costruzione di una torre a difesa dei villaggi.

Il ricco patrimonio lasciato dai Principi di Masserano comprende: la Reggia dei Principi Ferrero Fieschi, la Chiesa Collegiata, la Chiesa di San Teonesto e la Chiesa di Santo Spirito ed è custodito nel Polo Museale Masseranese.

Direi che una gita a Masserano, mentre girovagate per il biellese, è davvero d’obbligo ed anch’io non vedo l’ora di tornare per respirare ancora un po’ di storia ed entrare nel Palazzo dei Principi che non sono ancora riuscita a visitare!

SCOPRI LE ORIGINI DEL PALAZZO DEI PRINCIPI – IL PALAZZO FERRERO FIESCHI

GUARDA IL VIDEO SUL BORGO DI MASSERANO

La Locanda del Gallo Storto

Per una sosta mangereccia, potete fermarvi alla Locanda del Gallo Storto proprio nel Borgo di Masserano. Il nome deriva dalla presenza, sulla facciata della casa che ospita il locale, di una pietra storta raffigurante un gallo. Questa pietra è antica quasi quanto il borgo e non si sa esattamente il perché della sua posizione.

La Locanda con cucina a vista propone diversi piatti con particolare utilizzo di prodotti territoriali come il riso di Baraggia, affettati e formaggi. Propone una cucina semplice e tradizionale accompagnata da un ambiente accogliente e dai colori caldi. Prezzi molto buoni.

Pagina Facebook

Via Borgo Inferiore 4, Masserano
tel. 015 96203

You Might Also Like

No Comments

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.